Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Morbi eu nulla vehicula, sagittis tortor id, fermentum nunc. Donec gravida mi a condimentum rutrum. Praesent aliquet pellentesque nisi.

ENOLOGO

territorio-big

To valorize the Terroir
The base of the job begins with the creation of a realizable economic project with the farmer. When this begins, I always think about the final destination of my job, that is to valorize the terroir, expressing to the single piece of ground what the mycroclimate naturally gives. With the extreme care of all the phases of growth of the grapevine, the perfect maturation of the grapes is obtained. The quality is determined by the details. The wine making has to valorize mature grapes, taking care of all the points that are necessary to extract the sweet components and avoiding the extraction of the unpleasant components. The wine, as a drink, has to give agreeability during drinking it. During each vintage, the single grape and single vineyard follow a plan of wine-making and refinement determined firt by raw materials and second from the sensibility of the person is going to transform it. Few balanced intervention give excellent results, small errors can provoke irremediable damages.

WINEMAKER: ANDREA DI MAIO
Andrea Di Maio, borned in Livorno in 1974, graduated in Oenology and Wine-growing to University of Pisa, agricultural branch in 1999. I started to work in the agricultural firms as worker during the university studies, to be able to acquire the necessary experience and to understand how to optimize the various operations. Farm Isole and Olena, Estate of Valgiano, Castle of Terriccio, Castle di Ama, these are some of the firms where I began my professional growth. In 2000 I had the possibility to enter the Marquises Antinori’s technical staff, where I worked till 2003 acting as responsible of wine making in their estate Guado al Tasso, in Bolgheri zone. From January 2004 I was a free professional collaborating with the Studio VinoVigna and from January 2006 I have created one individual structure. During these professional experiences I have had the possibility to know a lot of people, and I am happy to have established a beautiful friendship with Paul De Marchi. Paolo is my teacher, thanks to him I have understood that wine has to be only: True and the producers with which I collaborate have married my believe!!!

territorio-big

Valorizzare il Terroir
La base del lavoro inizia nel creare un progetto economicamente realizzabile con l’imprenditore.
Nel momento in cui questo inizia, penso sempre alla meta finale del mio lavoro, cioè valorizzare il più possibile il terroir, facendo esprimere ai singoli appezzamenti tutto quello che il microclima dona naturalmente. Con la cura estrema di tutte le fasi fenologiche della vite, si ottiene la perfetta maturazione delle uve. La qualità è determinata dai particolari. Ottenuto le uve mature, spetta all’enologia la sua valorizzazione, curando tutti i particolari che sono necessari ad estrarre i componenti dolci e fruttati evitando l’estrazione dei componenti sgradevoli. Il vino, poiché bevanda, deve donare piacevolezza durante la beva.
Per ogni annata, ogni uva, ogni vigneto, segue dei percorsi di vinificazione e affinamento determinati dalla materia prima e dalla sensibilità di chi si accinge a trasformarla.
Pochi interventi equilibrati danno risultati eccellenti, piccoli errori possono provocare danni irrimediabili.

ENOLOGO: ANDREA DI MAIO
Andrea Di Maio nato a Livorno nel 1974. Laureato in Enologia e Viticoltura presso la facoltà di Agraria di Pisa nel 1999. Ho cominciato a lavorare nelle aziende agricole come operaio durante gli studi universitari, per poter acquisire la manualità necessaria e capire come ottimizzare le varie operazioni. Fattoria Isole e Olena, Tenuta di Valgiano, Castello del Terriccio, Castello di Ama, queste sono alcune delle aziende dove ho iniziare la mia crescita professionale. Nel 2000 ho avuto la possibilità di entrare a far parte dello staff tecnico della Marchesi Antinori, dove sono rimasto fino al 2003 con la mansione di responsabile vitivinicolo presso la loro tenuta bolgherese Guado al Tasso. Dal Gennaio 2004 ho intrapreso l’attività di libero professionista, presso lo studio enologico VinoVigna e da Gennaio 2006 mi sono creato una mia struttura individuale. Durante queste mie esperienze professionali ho avuto la possibilità di conoscere molte persone, e sono felice di aver instaurato una bella amicizia con Paolo De Marchi. Paolo è il mio maestro, grazie a lui ho capito che il vino deve essere solo: VERO ed i produttori con cui collaboro hanno sposato questo mio credo!!!